Palestina – Un nuovo manto stradale per l’ingresso a Betlemme

Si è svolta venerdì 26 maggio la cerimonia di inaugurazione della nuova Caritas Road, all’ingresso di Betlemme. La riabilitazione della strada è stata realizzata nell'ambito del programma FAIR - Facilitating Access to Infrastucture Resilience nell'Area C e a Gerusalemme Est - gestito da UNDP con un finanziamento complessivo di 51 milioni di dollari, al quale la Cooperazione italiana ha partecipato con 3 milioni di euro. All'iniziativa hanno partecipato la sindaca uscente di Betlemme, Vera Baboun, il Console Generale d’Italia a Gerusalemme Fabio Sokolowicz, la titolare della sede AICS di Gerusalemme Cristina Natoli e il Rappresentante di UNDP Roberto Valent.

La riabilitazione del manto stradale e dell'annesso sistema fognario, sulla distanza di 1 km per 10 metri di larghezza, permetterà di agevolare l’ingresso dei turisti favorendo il loro afflusso nella città e promuovendo lo sviluppo della periferia settentrionale, oltre che migliorare i collegamenti con l'ospedale pediatrico Caritas Baby Hospital.

Nel corso dell'inaugurazione, i partner hanno ricordato anche altri interventi effettuati in Cisgiordania nell'ambito del programma FAIR: la riabilitazione di un asilo nido a Gerusalemme Est che ospita 45 bambini, di cui 9 diversamente abili; la riabilitazione di strade rurali in numerosi villaggi dell'Area C; la riabilitazione, espansione e costruzione di abitazioni di edilizia sociale per le minoranze e i gruppi vulnerabili in Area C e Gerusalemme Est (Sharafat Housing Project); lo sviluppo di soluzioni innovative e sostenibili per infrastrutture scolastiche in Area C (Multi-Purpose Hall in Azzoun).

Il programma FAIR, realizzato dall’UNDP e parte integrante del Piano palestinese di Sviluppo Nazionale 2014 - 2016, rappresenta un meccanismo innovativo che mira a potenziare le istituzioni locali nella progettazione e realizzazione di opere infrastrutturali pubbliche, essenziali per lo sviluppo sostenibile di Gerusalemme Est e dell’Area C. Attraverso il programma FAIR la Cooperazione italiana contribuisce allo sviluppo della Palestina e all’erogazione di servizi essenziali alle comunità residenti nell'Area C e a Gerusalemme Est, oltre che a specifiche comunità etniche e religiose in condizioni di marginalità.

In particolare, il contributo italiano ha permesso di lavorare sulla pianificazione urbanistica e rurale nei Governatorati di Betlemme, Hebron, Salfit e Jenin. È attualmente in via di ideazione la seconda fase del programma che sarà dedicata a opere infrastrutturali nei settori sanitario, educativo, abitativo, energetico, trasporti, acqua, tecnologie innovative ed ecosostenibili e costruzioni bio-sostenibili.

Click to open a larger map

 

Posted in ITA and tagged .