Palestina – Tre sfide per l’Agenzia: salute pubblica, violenza di genere, formazione professionale

Gerusalemme Est - Il 14 novembre scorso il responsabile della comunicazione AICS, Emilio Ciarlo, e la titolare della sede di Gerusalemme, Cristina Natoli, hanno visitato tre progetti finanziati dall’Agenzia in Palestina.

In primo luogo la la delegazione ha incontrato il vice ministro della Salute, dott. Ramlawi, e ha visitato il laboratorio nazionale di Salute pubblica a Ramallah. Tenendo presente che l’Italia è lead donor nel settore salute, le parti hanno ripercorso la cooperazione di lunga data tra Palestina e Italia e hanno discusso dei progetti in corso. In questo campo le iniziative di sviluppo finanziate dall’AICS sono attualmente volte al rafforzamento del sistema di salute primaria in Palestina tramite lo sviluppo di infrastrutture, la fornitura di materiale medico, la formazione dello staff, il rafforzamento comunitario e la prevenzione e il controllo delle malattie croniche non trasmissibili.

A Betlemme, la delegazione ha poi visitato il Mehwar Center per la protezione delle donne vittime di violenza e hanno incontrato l'assistente del vice ministro presso il ministero dello Sviluppo Sociale, Daoud al Deek, e la direttrice dell’unità Women and Gender, Saeda Al Atrash. Il processo che portò all’apertura del centro Mehwar cominciò nel 2001 e nel 2007 vide l'inaugurazione della struttura, grazie al supporto tecnico e finanziario della Cooperazione italiana.

Il centro è stato costruito nell’ambito di un programma volto a rafforzare le politiche e le azioni di prevenzione in risposta alla violenza di genere. Oltre alla presentazione delle attività del centro e delle problematiche evidenziate dalle ospiti e dal personale, l'incontro ha permesso di discutere sulle principali sfide e opportunità incontrate dalle donne palestinesi.

La giornata si è conclusa alla Salesian Technical School di Betlemme dove l'organizzazione della società civile VIS sta realizzando un progetto di sviluppo volto a favorire l’occupazione giovanile nel distretto. Nel corso della visita sono stati presentati principali risultati raggiunti nell’ambito del progetto quali, ad esempio, il dialogo tra scuole pubbliche e private, l’installazione dei pannelli solari sul tetto della scuola e l’ampia scelta di corsi di avviamento professionale offerti dall’istituto.

Click to open a larger map

Posted in ITA and tagged .