Giordania – Le eccellenze della cucina italiana nei campi rifugiati per consolidare relazioni e progetti

Amman - Nei campi profughi di Za’atari e Azraq, nei governatorati della Giordania settentrionale, si è svolta nei giorni 21-23 novembre l’iniziativa "Italian Food with Syrians", organizzata dalla sede dell'Agenzia ad Amman in collaborazione con UNHCR, UNWomen e WFP e con la partecipazione dell'Istituto Polispecialistico San Paolo di Sorrento.

A Za'atari una squadra di chef giunti dall'Italia, insieme a una ventina di volontari del campo profughi di Za'atari, nel governorato di Al Mafraq, hanno preparato una selezione di piatti italiani nella cucina del WFP e un pranzo nello spazio Oasis 3 di UNWomen, dove circa cinquanta tra residenti del campo e ospiti hanno condiviso quanto cucinato.

I rifugiati siriani del campo di Za'atari hanno preparato, sotto la guida dello chef italiano Filippo De Maio, ricette tradizionali con ingredienti di provenienza locale e offerti dal Tazweed supermarket del campo, e hanno partecipato a un flash cooking show sul meglio della cucina italiana e i principi della dieta mediterranea. Le donne siriane si sono unite con entusiasmo agli chef italiani nell’esplorazione di ricette tradizionali e hanno partecipato alla dimostrazione su come preparare pizza, gnocchi alla sorrentina fatti in casa e la tradizionale "crostata" farcita con marmellata di frutta.

Il team ha anche preparato e confezionato un centinaio di pacchetti pranzo - poi distribuiti all'ospedale italiano-giordano aperto nel 2012 dalla Cooperazione italiana all’interno del campo di Za'atari - alla presenza del direttore Wael Damanhouri, pazienti e staff dell’ospedale.

All'Oasis 3, il titolare della sede AICS Michele Morana ha illustrato l’iniziativa ai residenti e agli ospiti del campo e presentato tre progetti: "Eid bi Eid" di UNWomen, "Cash assistance" di UNHCR e il progetto di assistenza alimentare del WFP, tutti sostenuti dalla Cooperazione italiana.

Il secondo appuntamento con "Italian Food with Syrians” ha avuto luogo il 23 novembre nel campo di Azraq, nel governatorato di Al Zarqa, alla presenza dell'ambasciatore d’Italia in Giordania Giovanni Brauzzi, del rappresentante di UNHCR Stefano Severe, del rappresentante di UNWomen Ziad Sheikh e del rappresentante di WFP Majid Yahia.

Gli eventi sono stati inseriti nella cornice della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo 2017 che, dal 20 al 26 novembre, ha celebrato la gastronomia italiana con eventi contemporanei in oltre 100 Paesi. L'iniziativa è coordinata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per promuovere a livello mondiale l'eccellenza italiana.

Click to open a larger map

 

Posted in ITA and tagged .