Bolivia: Pam, Italia e Svizzera insieme per rafforzamento sicurezza alimentare

Il Programma alimentare mondiale (Pam), l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo sviluppo (Aics) e la Cooperazione svizzera (Cosude) hanno presentato i risultati dei progetti realizzati attraverso lo strumento del trasferimento di denaro contante, una delle modalità più innovative in termini di assistenza alimentare e sempre più utilizzata a livello globale. Durante l’evento, che ha visto la partecipazione del viceministro boliviano della Difesa, Oscar Cabrera, è stato presentato il rapporto “Sistematizzazione delle esperienze Cbt del Pam Bolivia 2013-2016”, che raccoglie le esperienze, “best practice” e i risultati delle iniziative eseguite dal Pam a sostegno della sicurezza alimentare delle popolazioni vulnerabili dei dipartimenti di Santa Cruz, Pando, Chuquisaca e Tarija.

I progetti, finanziati delle agenzie di cooperazione di Italia e Svizzera, hanno ottenuto eccellenti risultati sul piano dell’assistenza alimentare alle famiglie (10 mila beneficiari in totale) attraverso il “cash based transfers”, metodologia che in Bolivia è stata adottata in risposta a situazioni di emergenza e post-emergenza, progetti di sviluppo comunitario e interventi diretti alla riduzione del rischio disastri e al rafforzamento delle capacità di adattamento ai cambiamenti climatici.

L’analisi formulata dal Pam ha rilevato che i trasferimenti di denaro – realizzati attraverso sms, contanti, coupon cartacei o elettronici – oltre a risultare particolarmente efficaci in termini rafforzamento della sicurezza alimentare delle comunità, hanno generato un impatto positivo sulle economie locali, dal momento che i fondi messi a disposizione dei beneficiari sono stati utilizzati per acquistare generi alimentari, merci e prodotti utili alla sussistenza familiare presso le attività commerciali locali convenzionate con il programma.

Bolivia2_foodsecurity 660x440

Bolivia_foodsecurity 660x440

Tagged .