Palestina: l’Italia a sostegno delle donne vittime di violenza

Nel quadro del programma bilaterale “Women’s Empowerment and Local Development” (Welod 3), finanziato dalla Cooperazione italiana, si è svolta il 19 luglio scorso a Ramallah la conferenza “National Referral System for Women Victims of Violence: Prospects and opportunities for development and complementarity”, organizzata dall’associazione Juzoor. L’obiettivo della conferenza è stato quello di proporre sinergie tra organizzazioni di donne così come definito nella Carta di principi sul “Referral System” che stabilisce le regole per assicurare un corretto “trasferimento” dei casi di violenza di genere presso strutture idonee e specializzate.

L’evento, in continuità con le azioni di formazione e sensibilizzazione dei centri Tawasol nei Governatorati sulla lotta alla violenza di genere, si è tenuto a seguito di 11 workshop organizzati negli ultimi 6 mesi da Juzoor sia con istituzioni che prestano servizi (psico-sociale, sanitario e protezione) sia con organizzazioni di donne che hanno sensibilizzato la popolazione sulle politiche di empowerment delle donne e di contrasto alla violenza di genere. Il Programma Welod 3, dell’ammontare di 3,3 milioni di euro, è stato approvato nel 2013 e formulato sulla base delle richieste delle controparti locali e delle indicazioni dell’Eu Plan of Action on Gender Equality and Women's Empowerment in Development 2010-2015 (Gap). Il programma opera mediante lo strumento di supporto al bilancio del Ministero degli Affari delle Donne (MoWA) e del Ministero degli Affari Sociali (MoSA), accanto ad attività in gestione diretta.

Il programma prevede lo sviluppo di competenze specifiche all’interno del MoWA e attività specifiche volte al sostegno dei servizi anti-violenza gestiti dal MoSA, oltre che la creazione, presso il MoWA, del primo Osservatorio nazionale sulle donne in difficoltà, la violenza di genere e lo stalking. L’iniziativa si pone inoltre in sinergia con altri programmi inclusi nella programmazione triennale della Cooperazione italiana in Palestina. L’Italia è attualmente Lead Donor Europeo per l’uguaglianza di genere e l’empowerment delle donne in Palestina e come tale coordina il Gender Technical Working Group europeo (Eu-Gtwg) e partecipa al Social Protection Working Group e al Justice Sector Working Group del Lacs.

conferenza gender2 19-7-16

Tagged .