Albania – Al via il quinto Bando di selezione di progetti per il programma Conversione del Debito (IADSA)

Il 20 settembre 2016 si è tenuta al Ministero delle Finanze a Tirana la conferenza stampa di lancio del quinto bando di selezione dei progetti (Call for Proposals) del Programma Italo Albanese di Conversione del Debito (IADSA, Italian Albanian Debt for Development Swap Agreement) rivolto a sostenere i Comuni albanesi per il finanziamento di progetti nel settore sociale in linea con le strategie nazionali e con le priorità per lo sviluppo e l'integrazione formulate dal governo albanese nonché in linea con il Programma Italo Albanese di Cooperazione allo Sviluppo.

La Conferenza stampa è stata introdotta dal Ministro delle Finanze albanese, Arben Ahmetaj. A seguire l’intervento dell'Ambasciatore italiano a Tirana, Alberto Cutillo. Presente anche il Direttore della sede di Tirana dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, Andrea Senatori. Presenti gli inviati di numerose testate giornalistiche e delle principali reti televisive albanesi.

Il Ministro Ahmetaj ci ha tenuto a sottolineare che lo IADSA è uno strumento finanziario innovativo nel quadro delle iniziative bilaterali di cooperazione per il quale il governo albanese è grato all’Italia perché si è dimostrato essere estremamente efficace a sostegno delle comunità locali. In soli quattro anni dal suo avvio operativo, lo IADSA ha finanziato 42 progetti per un totale di 15,7 milioni di Euro, a seguito dei primi quattro bandi. Lo stesso Ministro Ahmetaj ha evidenziato il ruolo finora svolto nell’ambito dello IADSA dai partner italiani che mettono a disposizione delle istituzioni pubbliche albanesi competenze, esperienze ed idee per costruire insieme percorsi innovativi di sviluppo sociale in Albania anche al fine di costruire nuovi partenariati che possano sinergicamente attivarsi sui programmi dell’Unione Europea.

Nel suo intervento, l’Ambasciatore Cutillo ha sintetizzato gli obiettivi di questo quinto bando delineati per concorrere:

  • ad una istruzione inclusiva e di qualità;
  • ad una efficiente assistenza sanitaria di base inclusi i servizi di medicina preventiva;
  • all’organizzazione di servizi di assistenza sociale alle persone in stato di bisogno, volti ad integrare gradualmente i servizi residenziali con i servizi prestati agli assistiti all’interno delle loro famiglie e delle loro comunità di appartenenza;
  • all’inclusione sociale delle persone a rischio di povertà ed esclusione (quali le persone diversamente abili, quelle appartenenti alle minoranze, i bambini in difficoltà, i giovani disoccupati e coloro che lo sono da lungo tempo, le donne svantaggiate, i migranti di ritorno);
  • allo sviluppo territoriale sostenibile di quelle aree rurali marginali al fine di contrastare la disoccupazione, l’emigrazione e favorire la salvaguardia del patrimonio naturale e culturale di queste stesse aree.

Inoltre, nel suo intervento l’Ambasciatore Cutillo ha richiamato all’attenzione dei presenti la recente sottoscrizione del un nuovo Accordo di conversione del debito per ulteriori 20 milioni di Euro resa possibile anche grazie ad una positiva valutazione del livello di partecipazione allo IADSA finora riscontrato, dell’attenzione ricevuta da parte delle istituzioni pubbliche albanesi e dei loro partner italiani, della qualità dei progetti e dell’esercizio congiunto italo-albanese di gestione, monitoraggio e valutazione che hanno confermato la piena efficacia di questo strumento di aiuto allo sviluppo. A questo proposito, l’Ambasciatore Cutillo ha concluso ricordando che dai progetti finora finanziati dallo IADSA e già conclusi o che tra breve termineranno, è possibile riscontrare il raggiungimento di risultati concreti e visibili a beneficio diretto dei cittadini albanesi, in particolare di quelli più vulnerabili.

Il quinto bando, completo di allegati, è scaricabile dalla pagina del download del sito dello IADSA (http://www.iadsa.info). La scadenza per la presentazione dei progetti è stata fissata al 21 novembre 2016 alle ore 12.00.

Fare clic per aprire una mappa più grande

albania-settembre2016_2

Tagged .