Albania – A Tamarë un Centro Consortile per valorizzare le risorse delle aree rurali periferiche

Il 10 ottobre scorso a Tamarë, nell'estremo nord dell'Albania, è stata organizzata la cerimonia di inaugurazione del nuovo Centro Consortile realizzato nell’ambito del progetto “Bukë, Kripë e Zemër – Cibo, Tradizione e Cultura: processi di co-sviluppo in aree marginali del nord e sud dell’Albania attraverso la valorizzazione dei saperi e dei prodotti tradizionali bio-mediterranei”. L'iniziativa, implementata dalle Ong VIS e CESVI, è finanziata dalla Cooperazione Italiana.

Hanno partecipato alla cerimonia il sindaco di Malesi e Madhe, Tonin Marinaj, il direttore della sede di Tirana dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, Andrea Senatori e il capo progetto VIS, Pier Paolo Ambrosi, accanto a rappresentanti delle amministrazioni e comunità locali e numerosi beneficiari del progetto.

Il Centro Multifunzionale Consortile è una struttura che favorisce azioni di marketing e di promozione dello straordinario patrimonio paesaggistico e naturalistico, enogastronomico e storico-culturale, di cui il municipio di Malesi e Madhe è ampiamente dotato. Il Centro permetterà ai soggetti della filiera agro-turistica di proporsi sul mercato in modo visibile, coordinato e sinergico e contribuirà ad elevare lo standard qualitativo dei processi produttivi nel settore agroalimentare e di erogazione servizi nel settore turistico, evitando qualità disomogenee dell’offerta.

Nel corso del suo saluto il direttore Senatori ha sottolineato che “entrambe le Ong, VIS e CESVI, che promuovono il progetto, possiedono una consolidata esperienza di cooperazione in Albania, dove operano fin dal 1995 nella realizzazione di progetti finanziati dalla Cooperazione Italiana, da fondi privati e di altri donatori internazionali. Ciò ha permesso loro di maturare una profonda conoscenza del contesto sociale, economico, culturale e politico-istituzionale albanese. Nelle aree geografiche di intervento - Malësi e Madhe a nord e Përmet a sud - le due ONG hanno saputo creare profondi rapporti di fiducia e collaborazione con i vari partner, e soprattutto con le amministrazioni e gli enti locali, dalle quali sono riconosciute come validi e preziosi interlocutori nella definizione e realizzazione di strategie e programmi di sviluppo locale.”

Fare clic per aprire una mappa più grande

al_lepushe-kelmend-alpi-alb

al_esterno-del-centro

al_interno-del-centro

al_centro_tamare

al_prodotti

al_allevatrice-di-bestiame

al_fiume-cem-malesi-e-madhe

 

Tagged .