Tunisia – Al via i lavori di ristrutturazione scolastica a Roued, il primo di 34 interventi

A seguito della firma, lo scorso 8 settembre, dell’accordo di partenariato per il sostegno all’attuazione della strategia nazionale di lotta contro l’abbandono e l’insuccesso scolastico, il Ministro dell’Educazione, Néji Jalloul, l’Ambasciatore d’Italia a Tunisi, Raimondo De Cardona, il Direttore della sede AICS di Tunisi, Cristina Natoli, la Rappresentante dell’UNICEF in Tunisia, Lila Pieters, e la Direttrice dell'Ufficio delle Nazioni Unite per i servizi ed i progetti (UNOPS), Mariacarmen Colitti, hanno dato il via ai lavori per di ristrutturazione dell’istituto scolastico di Mansoura Ennkhilett a Raoued, nel Governatorato dell’Ariana.

Secondo lo studio nazionale sui bambini al di fuori del sistema scolastico e le recenti statistiche del Ministero dell’Educazione tunisino, ogni anno più di 100.000 bambini e ragazzi fino ai 16 anni abbandonano la scuola in Tunisia. La scarsa qualità delle infrastrutture scolastiche figura come una delle principali cause di tale fenomeno.  Per questo il Ministero dell’Educazione, con il sostegno tecnico e finanziario dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, l’UNICEF e l’UNOPS, si sono impegnati in un’azione volta a migliorare l’ambiente scolastico al fine di rendere le scuole più accoglienti per i propri alunni.

L’azione di ristrutturazione riguarda 34 strutture - 28 scuole elementari e 6 scuole preparatorie - ripartite su tutto il territorio tunisino. Si tratta essenzialmente di creare un ambiente scolastico sicuro e attraente attraverso la riabilitazione o ricostruzione dei blocchi sanitari e delle aree da gioco, accanto a specifiche azioni di prevenzione ed educazione all’igiene e a uno stile di vita sano.

In occasione della visita alla scuola di Raoued, il Ministro dell’Educazione, Néji Jalloul, ha accolto l’Ambasciatore d’Italia e la Rappresentante dell’AICS Tunisia in un clima gioviale facilitando lo scambio ed il dialogo con i bambini. L’incontro ha permesso agli alunni di parlare della loro scuola e delle loro materie preferite. L’Ambasciatore, la Rappresentante dell’AICS e le Direttrici dell’UNICEF e dell’UNOPS hanno approfittato dell’occasione per restare con i bambini evocando qualche memoria delle loro esperienze scolastiche. In seguito, è stato visitato il sito dei lavori e si e presa conoscenza degli interventi di ristrutturazione che verranno intrapresi.

Fare clic per aprire una mappa più grande

tunisia_660

tunisia3_660

tunisia2_660

 

Tagged .