magazine n. 11/17 – editoriale

di Laura Frigenti, Direttore AICS

• Sul finire del 2017 e in occasione delle festività, sento l’esigenza di condividere con voi un bilancio di questo secondo anno dell’Agenzia. Siamo riusciti, con grande impegno di tutti, a completare la preparazione delle iniziative previste nella programmazione per il 2017. Voglio ricordare inoltre il consolidamento interno dell'assetto organizzativo e funzionale della nostra Agenzia con alcuni importanti traguardi raggiunti come quello dell'immissione nei ruoli del personale: si è così valorizzato pienamente l'apporto professionale delle varie componenti presenti nei nostri Uffici. Continueremo questo processo ultimando la fase di mobilità a cui seguirà finalmente, con l'inizio del nuovo anno, il concorso pubblico che porterà quelle energie esterne che completeranno il quadro delle figure professionali presenti nell'Agenzia.

Ma non solo: siamo riusciti a rafforzare la posizione della Cooperazione italiana a livello internazionale, con varie iniziative tra le quali voglio ricordare il G7 delle Agenzie a Firenze nel mese di novembre, un evento senza precedenti nella storia di questo summit che raduna i Paesi più
avanzati. La nostra giovane Agenzia è riuscita a convocare intorno ad un tavolo i leaders delle Agenzie di cooperazione per lavorare insieme ad un'agenda di consolidamento operativo dei temi politici formulati dal G7 di Taormina.

Abbiamo anche presentato i nostri lavori sui temi più importanti e più urgenti, come quello delle migrazioni, evidenziando il loro legame con le attività di sviluppo nei vari contesti internazionali, al Parlamento Europeo a Bruxelles, a Washington nel quadro delle riunioni annuali della Banca
Mondiale, alle riunioni delle Nazioni Unite. Un risultato importante, dove la nostra Agenzia è riuscita dal punto di vista tecnico a definire le metodologie d'intervento, assumendo a un ruolo guida nei confronti di altri Paesi.

Ora ci prepariamo al 2018, che sarà ancora più impegnativo. Nel terzo anno di vita dell'Agenzia spero che avremo a disposizione una quantità crescente di risorse, in linea con il trend positivo di questi tre anni nei quali abbiamo perseguito un altro grande obiettivo: il consolidamento e il
rafforzamento dei partenariati con i tanti attori della società civile, del mondo privato e imprenditoriale, attivi nel mondo della cooperazione, nei
confronti dei quali sono sicura che riusciremo ad offrire prospettive di collaborazione e di lavoro all'interno del sistema Italia. Per questo siamo impegnati ad aggiornare nuove procedure e proporre nuove occasioni di lavoro che applicheremo ai futuri bandi, lanciati peraltro in forma pilota già nel 2017, e che saranno rafforzati e consolidati.

Un augurio sincero a tutti, a coloro che hanno lavorato nella sede centrale dell'Agenzia a Roma, nella sede di Firenze, nelle nostre numerose sedi estere, ma anche e soprattutto ai nostri partner che permettono alle attività dell'Agenzia di ottenere quei risultati e quell'impatto sui problemi che vogliamo affrontare e senza i quali non sarebbero stati possibili i successi ottenuti.

Tanti auguri di Buon Natale e Buone Feste a tutti!