Albania – Dopo 5 anni di attività sulle aree protette, la cooperazione prosegue verso nuovi obiettivi

Tirana – Si è concluso il 25 gennaio, con un evento pubblico nella capitale albanese, il progetto “Supporto istituzionale per la gestione delle aree protette in Albania” che nell'arco di cinque anni ha contribuito al significativo miglioramento della protezione della biodiversità albanese. Finanziato dalla Cooperazione italiana e messo in atto da International Union for Conservation of Nature (IUCN) insieme al Ministero albanese dell’Ambiente e all'Agenzia delle aree protette (AAP), il progetto ha contribuito alla definizione di un nuovo quadro istituzionale per la gestione dell’ambiente albanese, catalizzando cambiamenti legislativi e offrendo una spinta decisiva verso una efficace gestione delle aree protette del Paese.

“In questi anni abbiamo lavorato moltissimo per rafforzare il sistema delle aree protette in Albania e la collaborazione con AICS e IUCN è stata uno dei maggiori supporti che abbiamo ricevuto - ha affermato Zamir Dedej, direttore della AAP. - Continueremo a costruire sinergie e ad esplorare le potenzialità delle aree protette di generare ricavi senza compromettere la conservazione del loro patrimonio naturale.”

Il progetto ha contribuito a rafforzare la gestione delle aree protette introducendo, in linea con i moderni standard internazionali, il concetto di approccio sistemico per la loro gestione. Le attività sul campo si sono svolte principalmente in due aree pilota: il paesaggio protetto del fiume Buna (BRPL) e il parco nazionale di Shebenik-Jabllanicë (SJNP), selezionate sulla base della loro importanza in termini di biodiversità e per gli importanti servizi ecosistemi che forniscono alle comunità. Per queste aree sono stati preparati i piani di gestione mettendo in atto, per la prima volta in Albania, un processo partecipativo che ha coinvolto tutte le comunità e gli attori locali, come stabilito dalle linee guida della Commissione mondiale sulle Aree Protette IUCN.

“L’Albania sta investendo molto sulla creazione di un sistema efficace di aree protette. In questi 5 anni abbiamo assistito a un grande balzo in avanti del quadro istituzionale e delle gestione delle aree protette in Albania. L’IUCN continuerà a dare il proprio appoggio tecnico agli abitanti e alle autorità albanesi responsabili della conservazione delle aree protette del Paese" ha detto Boris Erg, direttore dell’ufficio regionale IUCN per l’Europa dell’est e l’Asia centrale.

Tra i principali contributi del progetto si possono mettere in evidenza:

- l’introduzione di una procedura standard per la preparazione dei piani di gestione;
- l'elaborazione di 2 piani di gestione realizzati in linea con gli standard internazionali,
- l’apertura di 2 centri visite e la costruzione di altre strutture “verdi” come posti di osservazione della fauna e sentieri escursionistici e cicloturistici, che hanno iniziato a catalizzare lo sviluppo dell’ecoturismo in entrambi i parchi;
- l’introduzione di tecniche, strumenti tecnici, equipaggiamento e la formazione del personale tecnico locale per la pianificazione e il monitoraggio delle aree protette;
- la creazione del BioNNA, il database nazionale sulla biodiversità albanese;
- la realizzazione di diverse campagne di sensibilizzazione e programmi educativi per le scuole, volti ad accrescere il supporto delle comunità locali a queste aree protette;
- il lancio di una nuova App per smartphones presenta agli utenti le aree protette del Paese e le possibilità ecoturistiche.

“L’Italia ha stabilito da lungo tempo costruttivi rapporti di cooperazione con l’Albania, e continuerà a sostenere il suo sviluppo e i suoi sforzi per la conservazione dell’ambiente - ha spiegato Nino Merola, direttore della sede AICS in Albania. - Attraverso un'altra iniziativa già in atto,  il progetto NaturAl co-finanziato dall’Unione europea, ma anche attraverso altre iniziative, daremo seguito ai nostri sforzi per sostenere l’Albania ad entrare in Natura 2000, la rete delle aree protette europee.”

Fare clic per aprire una mappa più grande

Tagged .