Bolivia – Acqua sicura e accessibile sull’altopiano boliviano grazie al credito d’aiuto

La Paz – Venerdì 8 giugno, in una cerimonia ufficiale che ha avuto luogo nel salone Tiwanaku del Ministero degli Esteri, l’ambasciatore d'Italia Placido Vigo e il Cancelliere boliviano Fernando Huanacuni hanno firmato l’accordo per la realizzazione del “Programma Nazionale di Raccolta dell’Acqua per la Vita” finanziato dalla Cooperazione italiana con un credito d’aiuto del valore di 25 milioni di euro.

L’intesa conferma il forte impegno dell’Italia sul tema dell’accesso universale all’acqua, uno degli obiettivi dell’Agenda 2030, e sosterrà un importante intervento nel settore idrico, diretto a garantire l’accesso e la disponibilità di acqua sicura a beneficio di comunità rurali, scuole e centri di salute dei dipartimenti di Oruro e Potosí, che presentano condizioni di estrema povertà e vulnerabilità ai cambiamenti climatici.

In particolare, l'intervento sarà indirizzato verso 25 municipi e 136 comunità dell’altopiano boliviano dove la cronica carenza d’acqua e la scarsità di fonti idriche sicure sono fenomeni che, molto spesso, minacciano la produzione agricola e mettono in pericolo la salute della popolazione. Malattie e infezioni di origine idrica sono diffuse in queste regioni e registrano un’alta incidenza sulle fasce più vulnerabili, quali anziani e bambini.

Attualmente la copertura idrica nelle comunità di intervento si attesta al 4%. Con l’intervento finanziato dalla Cooperazione italiana e realizzato dal Ministero boliviano dell’Ambiente e dell'Acqua si prevede di raggiungere l’84% di copertura e oltre 20mila beneficiari diretti. Il programma lavorerà, nello specifico, sulla costruzione e installazione di sistemi per la captazione, lo stoccaggio e la depurazione dell’acqua piovana attraverso 6mila serbatoi per la raccolta dell’acqua, oltre che su attività di formazione sull’uso e manutenzione dei serbatoi e in materia di educazione sanitaria e ambientale.

Nel suo intervento, l’ambasciatore Vigo ha ricordato l’importanza del contributo italiano per il raggiungimento degli obiettivi settoriali fissati dal Piano Nazionale di Sviluppo 2016-2020, oltre che per incoraggiare un ulteriore rafforzamento delle relazioni bilaterali. Il Cancelliere boliviano ha espresso grande soddisfazione per la firma dell’accordo, ringraziando l’Italia per il sostegno assicurato a un programma di assoluta rilevanza per l’esecutivo boliviano e ritenuto altamente prioritario dallo stesso presidente Morales, per il quale, ha sottolineato il Ministro Huanacuni, l’acqua è “la sangre de la Madre Tierra”, diritto umano universale e inalienabile.

Click to open a larger map

 

Posted in ITA and tagged .