Milano – Esserci, conoscersi e costruire insieme, il Summit delle Diaspore incontra la Cooperazione

Milano - La seconda edizione del Summit Nazionale delle Diaspore, il più importante evento dedicato alla condivisione di esperienze e buone pratiche tra i membri della diaspora in Italia, il sistema della cooperazione internazionale, la politica e il mondo economico, si terrà a Milano, nella prestigiosa sede di Palazzo Reale, il 15 dicembre 2018.

“Esserci, Conoscersi, Costruire" è lo slogan del Summit Nazionale delle Diaspore, un progetto finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, la Fondazione for Africa Burkina Faso e la Fondazione Charlemagne; realizzato in partnership con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con il Gruppo Migrazione e Sviluppo del Consiglio Nazionale per la Cooperazione allo Sviluppo (CNCS) e con Studiare Sviluppo. Il progetto è sostenuto inoltre del supporto tecnico di CeSPI e associazione Le Reseau e della media partnership con l’agenzia di stampa DIRE.

Alle tre parole dello slogan che ha accompagnato l'iniziativa fin dalla prima edizione, quest'anno se ne può aggiungere una quarta: insieme. La partecipazione delle diaspore alla Cooperazione internazionale diventerà infatti effettiva ed efficace solo se realizzata insieme al sistema della cooperazione italiana, insieme alle ONG, insieme agli enti territoriali, insieme ai giovani delle nuove generazioni, insieme al sistema economico, insieme alla politica italiana.

Dopo gli incontri territoriali e le sessioni di formazione realizzate negli ultimi mesi con imprenditori e associazioni di migranti a Napoli, Bologna, Torino, Genova e Cagliari, il progetto approda a Milano con un Summit che rappresenta l'esito del percorso di riflessione e proposte del 2018. Nel 2019 il Summit proseguirà il proprio cammino con nuovi incontri territoriali in altre 6 città italiane, per terminare con una nuova edizione del Summit, questa volta a Roma, a fine 2019. L'obiettivo di questo ricco percorso è la valorizzazione delle diaspore nella Cooperazione italiana allo sviluppo, nel dibattito culturale e nel settore imprenditoriale.

Partner dell'evento il Comune di Milano, che consente di realizzare questa giornata in uno degli scenari più prestigiosi d’Europa, Palazzo Reale, con la presenza del sindaco Giuseppe Sala, confermando l’interesse della giunta meneghina verso una visione delle migrazioni regolari come risorsa per la crescita economica e sociale del territorio.

Saranno presenti Emanuela Claudia del Re, Vice Ministra degli Affari Esteri e della Cooperazione Intarnazionale, e Leonardo Carmenati, direttore vicario dell'Agenzia, insieme a esperti e referenti delle istituzioni e del Terzo Settore.

Dice Cleophas Adrien Dioma, coordinatore del progetto Summit Nazionale delle Diaspore: "Sarà un’occasione unica per ascoltare insieme la visione della politica italiana attorno alla tematica Migrazione e Sviluppo, conoscere storie di persone impegnate nella cooperazione internazionale, condividere buone pratiche e partecipare a workshop operativi tematici, per ascoltare testimonianze e costruirne di nuove, che contribuiscano ad una narrazione diversa e propositiva, e per fare rete con enti territoriali, associazionismo migrante e ONG.”

Centrale sarà anche il dibattito sul Global Compact for Migration, a pochi giorni dall’incontro internazionale di Marrakesh, che definisce il nuovo quadro di riferimento per lacomunità internazionale e il ruolo fondamentale delle diaspore per lo sviluppo sostenibile.

Infine, in collaborazione con il Summit delle Diaspore, la rete europea Migrantour organizza gratuitamente passeggiate interculturali di turismo responsabile a km zero, nella settimana della Giornata Internazionale dei Diritti del Migrante. Milano, Torino, Roma, Genova, Firenze, Napoli e Lisbona sono alcune delle città dove si sperimenteranno le passeggiate condotte da accompagnatori interculturali. Informazioni e iscrizioni: www.migrantour.org.

Comunicato stampa

Tagged .