Milano – Energia e cambiamenti climatici al centro dei Dialoghi sullo Sviluppo Sostenibile

Ai Dialoghi sullo sviluppo sostenibile si parlerà di energia e cambiamenti climatici. L'appuntamento è fissato a Milano, il 19 dicembre 2018 alle ore 18.00, presso la Fondazione ENI Enrico Mattei in Corso Magenta 63.

Il dibattito sull'energia e i cambiamenti climatici sarà aperto da Rosario Centola, esperto AICS nel settore energia, e moderato da Patrizio Roversi. Parteciperanno Luca Mercalli, meteorologo, divulgatore scientifico e climatologo, e Pippo Ranci Ortigosa, già professore universitario alla Cattolica, presidente dell’Autorità per l’energia e il gas nonché direttore della Florence School of Regulation presso l’Istituto Universitario Europeo.

Nel corso dell’incontro si parlerà di contrasto, mitigazione e strategie di adattamento ai cambiamenti climatici, che sono sfide chiave per rispondere efficacemente agli effetti prodotti dal cambiamento climatico sugli ecosistemi, sulla salute umana e sull'economia. Poiché il consumo di energia rappresenta la principale fonte di emissioni di gas a effetto serra, limitare il riscaldamento globale significa impiegare l’energia in modo efficiente, avvalendosi di fonti di energia pulita. Infatti, a livello globale circa due terzi delle emissioni di gas a effetto serra sono connessi all’uso di combustibili fossili a scopo energetico per il riscaldamento, la produzione di energia elettrica, il trasporto e l’industria. Anche in Europa i processi energetici causano la maggior parte delle di gas a effetto serra, causando il 78 % delle emissioni totali dell’UE (2015).

Il consumo e la produzione di energia hanno un impatto enorme sul clima e viceversa. Gli sforzi compiuti finora a livello globale per mitigare i cambiamenti climatici sono culminati nel 2015 con l’Accordo di Parigi che ha vincolato giuridicamente i 195 Paesi firmatari su una serie di misure sul clima. L’obiettivo è quello di limitare al di sotto dei 2° C l'aumento medio della temperatura globale.

Allo stesso tempo sono ancora più di 1 miliardo le persone nel mondo che vivono senza accesso all'energia elettrica. E nei Paesi dell’Africa sub sahariana e australe questa lacuna si traduce nella necessità di intervenire non solo sulle reti nazionali, spesso carenti in termini di qualità e capillarità, ma anche sui sistemi locali affinché siano in grado di assicurare la distribuzione efficiente dell'energia e la gestione della domanda, in particolare domestica. Proprio nell'ambito della gestione della quotidianità, nell'educazione e nella diffusione di buone pratiche, anche a livello di consumo energetico, è centrale il ruolo delle donne.

Per queste ragioni le Nazioni Unite hanno inserito il tema dell'accesso all’energia tra i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile da raggiungere entro il 2030. In particolare, l'obiettivo n. 7 punta ad "assicurare a tutti l’accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni."

La strategia della Cooperazione italiana punta ad agevolare, nei Paesi partner, la creazione di infrastrutture energetiche distribuite e integrate con le reti nazionali che utilizzino fonti rinnovabili e che adottino principi di efficienza energetica. Il riferimento da cui partire è rappresentato dalle Linee Guida - Interventi di cooperazione per l’Energia nello Sviluppo, elaborate dalla piattaforma nazionale multi-attoriale per l’energia nello sviluppo.

La strategia dell’AICS in materia energetica prevede:

• aggiornamento e formazione specifica delle sedi estere AICS nel settore energetico;
• sviluppo di sistemi economici e capacità produttive locali attraverso la formazione professionale nei settori dell’efficienza energetica, della gestione di microreti - microgrid - e della produzione da fonti rinnovabili;
• assistenza tecnica ad amministrazioni, governi e decisori locali per l'adeguamento del quadro regolatorio per la produzione e il consumo di energia;
• sviluppo di un progetto pilota di gestione integrata tra microgrid e rete nazionale.

Volete saperne di più? Non vi resta che raggiungerci a Milano, il 19 dicembre 2018 alle ore 18.00, presso la Fondazione ENI Enrico Mattei per il secondo appuntamento con i "Dialoghi sullo sviluppo sostenibile". Vi aspettiamo!

Fare clic per aprire una mappa più grande

Appuntamenti precedenti

Bologna, 13 novembre 2018

Tagged .