Bruxelles – EDD 2019: l’Agenzia ha presentato un viaggio virtuale nei progetti di cooperazione in Sudan

L’Agenzia ha partecipato anche quest’anno agli European Development Days,  a Bruxelles il 18 e 19 Giugno 2019, con uno stand dal titolo Equitable Education, Partecipation and Economic Growth in Sudan e un Lab Debate dal titolo “Can Open innovation be an answer to development challeges? Opportunities and threats".

E ha ottenuto un grande successo: allo stand sul progetto TADMEN in Sudan, incentrato sull'inclusione sociale, i diritti delle persone svantaggiate e minori,  è stata presentata la realtà virtuale della sede AICS di Karthoum. Moltissimi visitatori hanno partecipato affascinati dalla presentazione virtuale dei progetti della sede del Sudan: un'immersione nei luoghi delle attività con le testimonianze dirette di chi ne beneficia.

Interviste sul viaggio virtuale

Ministro Pagano, Vice Direttore Generale Della Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo

Francesca Folda, direttore Global Communication Amani Institute

Il Lab è stato incentrato sul tema dell'Open Innovation e il suo impatto sul mondo del lavoro e moderato dalla giornalista Francesca Folda.
Hanno partecipato come speaker Tinna Nielsen, antropologa e fondatrice di Move the Elephant, il cui intervento è stato incentrato sui comportamenti individuali e come le tecnologie possono aiutare a modificarli.
Emilio Ciarlo ha presentato i progetti di cooperazione nel campo dell' innovazione sociale, tra cui l' African innovation leader, insieme al Politecnico di Milano e Torino in ambito di economia circolare e sostenibilità.
Mark Kamau di Brck.Com ha sottolineato le sfide dei paesi Africani nel campo dell innovazione digitale e Cristina Toscano della fondazione CARIPLO l'importanza della innovazione sociale nei paesi in via di sviluppo con interventi che tengano conto delle esigenze e delle specificità di questi paesi.

Gli EDD, che vedono la partecipazione di circa 8.000 persone, sono stati per l’Agenzia, nel suo terzo anno di presenza, un’occasione unica di incontro e di dibattito a livello internazionale sulle tematiche della cooperazione allo sviluppo e una esperienza innovativa e originale con la realtà virtuale e il dibattito sul mondo del lavoro e delle tecnologie.

 

L’AICS ha partecipato anche allo stand della Rete Europea dei Practitiones di cui e’ suo Membro dal 2016.

Lo stand quest’anno è dedicato al tema “Working Better Together: Good Practices in Joint ImplementationThe Practitioners Network in action: inclusive and effective cooperation between partners” (stand 43), presso il quale è stato presentato lo studio finanziato dalla Rete sulla “Implementazione congiunta”, in particolare con due progetti il Kaafat Liljamia (TVET in Marocco realizzato da AECID e British Council)  e il progetto EurosociAL, volto a rafforzare le politiche di coesione sociale in America Latina (realizzato da FIIAPP, Expertise France, IILA, l’Organizzazione Internazionale Italo-Latino Americana, e SICA).