Yemen – L’AICS e OMS insieme per combattere la malnutrizione

In cinque anni di incessanti ostilità, la crisi nello Yemen ha causato enormi bisogni umanitari nella popolazione, dove i livelli di insicurezza alimentare, malnutrizione e malattie sono attualmente i più alti a livello globale. Le stime della malnutrizione acuta nel 2019 tra i bambini sotto i cinque anni restano drammatiche: oltre 2 milioni di bambini soffrono di questa condizione; tra loro 353.711 sono gravemente malnutriti (HRP 2019). Almeno il 10% di questi (36.000 bambini) sono estremamente vulnerabili e hanno sviluppato complicazioni mediche; la malnutrizione severa associata a complicazioni mediche mette a grave rischio la vita di questi bambini, già sofferenti dalla fame e con un sistema immunitario compromesso. Questa condizione necessita di continue cure terapeutiche ospedaliere specialistiche.

L’OMS e l’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (AICS) stanno lavorando insieme per combattere la malnutrizione nello Yemen. L’Agenzia ha infatti finanziato, per un importo di 2 milioni di euro una iniziativa a sostegno della risposta nutrizionale nello Yemen. Questa iniziativa testimonia il costante impegno del governo italiano nei confronti dello Yemen e rappresenta la continuità della collaborazione tra OMS e governo italiano, avviata nel 2018.

AICS e il governo italiano, insieme ad altri partner attivi, sono all’avanguardia nella lotta contro la malnutrizione, fornendo supporto al grave problema nello Yemen.

In un contesto che presenta tassi allarmanti di malnutrizione, lo screening dei bambini per malnutrizione in tutte le sue forme, la identificazione immediata di casi acuti e il trattamento tempestivo di casi gravi con complicanze mediche nei centri di alimentazione terapeutica (TFC) dove i bambini sono ospedalizzati, sono attività assolutamente prioritarie.

“Lo Yemen è un paese in cui oltre la metà della popolazione è disoccupata, a causa della distruzione delle infrastrutture civili e sociali, quindi questo supporto è davvero salvavita su tutti i fronti. Una famiglia non può perdere tutto per curare il proprio bambino affamato”, ha dichiarato Altaf Musani, rappresentante dell’OMS in Yemen.   

Il progetto mira a trattare migliaia di bambini SAM con complicazioni mediche. Quando bambini vengono curati in questi centri specializzati, le famiglie sono sollevate dal peso finanziario ed emotivo della sofferenza del loro bambino. Il contributo italiano rappresenta la metà di ciò che è stato promesso nella Yemen Pledge Conference di febbraio ed è stato essenziale per la risposta nutrizionale in corso.

Da gennaio ad agosto 2019, oltre 53.700 bambini di età inferiore ai cinque anni (di cui il 18% hanno meno di 6 mesi di età) sono stati sottoposti a screening in 42 siti di sorveglianza nutrizionale attivi e funzionanti, stabiliti in 7 governatorati e che coprono il 17% delle aree prioritarie con prevalenze più’ alte di malnutrizione. Attraverso dati della sorveglianza nutrizione, il tasso medio mensile di malnutrizione acuta nei bambini che si recano nelle cliniche, è di circa il 26%, indicativo di una situazione molto allarmante e quasi vicino al doppio della soglia di emergenza. I casi più severi variano tra il 6% e l’8% nel periodo in esame (da gennaio ad agosto 2019) con picchi del 18% nelle aree più vulnerabili (ad esempio Hodeida, casi severi 18% a giugno 2019).

Nel 2020-2021 l’OMS in Yemen intensificherà gli sforzi per assicurare un migliore stato nutrizionale per i bambini sotto i cinque anni e le donne in gravidanza e allattamento attraverso una migliore qualità di prevenzione e trattamento ospedaliero di condizioni cliniche associate alla malnutrizione severa, per ridurre la mortalità. Inoltre assicurerà un monitoraggio della situazione nutrizionale per la prevenzione di tutte le forme di malnutrizione in maniera precoce. Gli obiettivi strategici del programma di nutrizione in Yemen si concentrano su:

• Aumentare l’accesso e la copertura a un’assistenza di qualità migliorata a tutti i livelli di erogazione del servizio per i più vulnerabili (malnutrizione severa con complicazioni mediche

• Sviluppare conoscenze e abilità degli operatori sanitari attraverso la formazione, linee guida e materiali di formazione aggiornati

• Rafforzare i sistemi di sorveglianza nutrizionale e la gestione e la comunicazione delle informazioni nutrizionali per prevenire, rilevare e rispondere a situazioni allarmanti

• Garantire la resilienza delle famiglie vulnerabili per evitare ricadute per una migliore salute, nutrizione e risultati

In coordinamento con i partner e le autorità sanitarie locali, l’OMS continuerà a svolgere un ruolo centrale e fondamentale nel supportare la fornitura di un pacchetto essenziale di servizi nutrizionali a livello di ospedale e nelle comunità.