Roma, 22 ottobre – Presentazione del secondo rapporto su Migrazione e Sviluppo “Strategie di protezione sociale per i rifugiati e migranti nei Paesi a basso e medio reddito”

La Vice Ministra Emanuela Del Re e il Direttore dell’Agenzia Luca Maestripieri sono stati ospiti della Comunità di  Sant’Egidio per presentare il secondo rapporto su Migrazione e Sviluppo “Strategie di protezione sociale per i rifugiati e migranti nei Paesi a basso e medio reddito“, finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo e realizzato in collaborazione con l’Italian Centre for International Development dell’Università di Tor Vergata.

Per la Vice Ministra “la migrazione non è una minaccia, piuttosto se ben governata, rappresenta un’opportunità per i Paesi di destinazione, di transito ed origine. La Cooperazione Italiana interviene su due linee di intervento, attraverso iniziative che impattano sulle cause strutturali della migrazione, quali povertà, diseguaglianze, cambiamenti climatici. Oltre che con progetti che esaltano il ruolo dei gruppi di migranti presenti in Italia. Ed il Summit Nazionale delle Diaspore ne è un esempio. La migrazione non è solo una questione politica, piuttosto un’occasione di sviluppo.”
Il Direttore Luca Maestripieri, nel suo intervento, ha  sottolineato che “è importante avere un approccio complementare tra aiuto umanitario e sviluppo, quando si elaborano strategie per affrontare il fenomeno migratorio, perché questo consente di avere una prospettiva di medio e lungo termine. In questo senso l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo è impegnata oltre che in una serie di interventi sul campo, nell’elaborazione di linee guida Umanitarie di Sviluppo e Pace con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale , in attività a sostegno dei rifugiati e delle comunità ospitanti dei Paesi a basso e medio reddito,  in un’ ottica di inclusione ed integrazione sostenibile per entrambi. ”