Inclusione finanziaria, strumento per l’uguaglianza di genere

 

Dal 1 al 3 dicembre si è svolto in forma virtuale il forum Hacia un enfoque analítico de la Inclusión Financierasull’inclusione finanziaria come strumento per la riattivazione economica con una prospettiva di uguaglianza di genere.
Il forum è stato
organizzato da UN Women ufficio regionale per America Latina e Caribe e uffici de El Salvador, Guatemala e Honduras nel quadro del progetto MELYT (Mujeres, Economía Local y Territorios), finanziato da Aics e con la collaborazione di partner strategici come la Banca Mondiale, il BID (Banco Interamericano de Desarrollo) e il BCIE (Banco Centroamericano de Integración Económica).

Sono stati tre giorni intensi duranti i quali si è discusso e condiviso esperienze relative proprio a questo tema strategico: l’inclusione finanziaria per le donne.

 

  • Inclusione finanziaria, strumento per l’uguaglianza di genere
  • Inclusione finanziaria, strumento per l’uguaglianza di genere
  • Inclusione finanziaria, strumento per l’uguaglianza di genere
  • Inclusione finanziaria, strumento per l’uguaglianza di genere
  • Inclusione finanziaria, strumento per l’uguaglianza di genere
  • Inclusione finanziaria, strumento per l’uguaglianza di genere
  • Inclusione finanziaria, strumento per l’uguaglianza di genere

Nel suo discorso di apertura Maria Noel Vaeza, direttrice di UN Women per l'America Centrale e i Caraibi  ha ricordato che, in coincidenza con "la campagna dei 16 giorni di attivismo contro violenza di genere" questo Forum vuole essere uno strumento per raggiungere, o almeno avvicinarsi, agli obiettivi dell’Agenda 2030.

Infatti, l’inclusione finanziaria delle donne, portando alla pari opportunità per l’accesso al credito, può essere un volano per raggiungere l’empowerment femminile. Ma per fare ciò è necessario sviluppare strategie focalizzate sulle donne che rafforzino la resilienza e promuovano meccanismi per la generazione di reddito e mezzi di sussistenza sostenibili. Dalla discussione durante le giornate di confronto è emerso anche che, fra gli effetti della Pandemia, ci sono l’aumento della violenza contro le donne e le bambine, l’aumento del lavoro domestico (soprattutto nella cura della famiglia) e la riduzione del reddito. 

All'evento sono intervenuti, fra l'altro, il titolare della Sede Aics, Riccardo Morpurgo e l'Ambasciatore d'Italia Edoardo Pucci mentre la Viceministra Emanuela Claudia Del Re ha partecipato con un video-messaggio sul tema nel quale ha sottolineato che per l' impowerment inclusivo delle donne è necessario trovare strumenti e modalità che possano sostenere il ruolo di imprenditrice principalmente attraverso un’adeguata inclusione nei sistemi di finanziari.

 


Video del progetto "Mujeres, Economía Local y Territorios" finanziato da AICS


Inclusione finanziaria, strumento per l’uguaglianza di genere Guarda il video-messaggio  della Vice Ministra Emanuela Claudia Del Re