Comitato Unico di Garanzia

Il Comitato Unico di Garanzia - CUG - nell’ambito del lavoro pubblico, esercita le proprie competenze al fine di assicurare parità e pari opportunità a tutti i dipendenti, la valorizzazione del benessere lavorativo e, rimane attento a qualsiasi forma di discriminazione. Il CUG esercita compiti propositivi, consultivi e di verifica, nell’ambito delle competenze demandate, ai sensi dell’art.57 comma 1 del d.lgs 165/2001 (così come introdotto dall’art. 21 della L.183/2010), in precedenza ai Comitati per le Pari Opportunità e ai Comitati paritetici per il contrasto del fenomeno del mobbing. Tali competenze sono indicate nella direttiva del 4 marzo 2011 del Ministro per la Pubblica Amministrazione e del Ministro per le Pari Opportunità, concernente le linee guida sulle modalità di funzionamento dei CUG delle diverse Amministrazioni pubbliche.

Il CUG dell’AICS promuove la cultura delle pari opportunità ed il rispetto della dignità della persona nel contesto lavorativo, attraverso la proposta, agli organismi competenti, di tutte le forme di miglioramento del benessere organizzativo. Il CUG opera in stretto raccordo con la dirigenza dell’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo ed esercita le proprie funzioni utilizzando tutte le risorse idonee a garantire le obiettivi previsti dalla normativa di riferimento.

Gli obiettivi del CUG: 1. assicurare, nell'ambito del lavoro pubblico, parità e pari opportunità di genere, rafforzando la tutela dei lavoratori e delle lavoratrici 2. garantire l'assenza di qualunque forma di violenza morale o psicologica e di discriminazione, diretta e indiretta, relativa al genere, all'età, all'orientamento sessuale, alla razza, all'origine etnica, alla disabilità, alla religione e alla lingua 3. favorire l'ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico, migliorando l'efficienza delle prestazioni lavorative, anche attraverso la realizzazione di un ambiente di lavoro caratterizzato dal contrasto di qualsiasi forma di discriminazione.

Il CUG è composto da cinque membri rappresentanti dell’Amministrazione e sei componenti designati da ciascuna delle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentate in Agenzia, tutti nominati con una determina datoriale poi aggiornata con un successivo atto del Direttore (Determina del Direttore n.308 del 15 dicembre 2020 e Determina n. 50 del 26 febbraio 2021). Sono stati individuati anche dei membri supplenti per poter sempre garantire la rappresentanza e lo svolgimento delle attività previste. È stata assicurata la presenza paritaria di entrambi i sessi.

Il CUG esplica le proprie attività nei confronti di tutto il personale dell’Agenzia sia nelle due sedi italiane che nelle sedi estere.

Nello spirito strategico dell’Agenzia si possono trovare molti dei principi ispiratori di questo Comitato, riduzione delle disuguaglianze, promozione dei diritti umani e dell’eguaglianza di genere, sostegno ed attenzione allo stato di diritto, per questa ragione si auspica che si possa rafforzare la struttura stessa dell’Amministrazione con momenti di confronto tra i dipendenti.

Per avere ulteriori informazioni si può accedere al seguente link Portale Funzione Pubblica

Regolamento

E’ stato approvato, nella seduta del 9 febbraio 2021, il Regolamento per il funzionamento del Comitato Unico di Garanzia che disciplina l'attività del Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere lavorativo e contro qualsiasi forma di discriminazioni nell’ambito del AICS.


contatti: cug@aics.gov.it


 

Componenti del Comitato

Presidente: Pietro Pipi

Rappresentanti dell’Amministrazione:
Pamela Alfano, Pasqualino Carpensano, Manuela Cola, AnnaMaria Di Ioia, Francesca Margiacchi, Rosa Sepe.
Supplenti: Antonio Antenucci (segretario), Elisabetta Bodo ed olinda Caccaro.


Rappresentanti Sindacali
:
Mauro Garofalo, Francesco Prestipino, Vincenzo Tiberia, Alessandra Attisani, Giuseppe Forino, Ortensia De Simone, Mariano Ferrazzano e Grazia Marcianesi Casadei (vicepresidente).
Supplenti: Rosa Anna Di Simone, Velia Maria Lapadula, Maria Pia De Simone, Patrizia Imondi e Elisa Masi