El Salvador – Giovani e giustizia, istituzioni a confronto per migliorare il percorso di reinserimento sociale

Acajutla, 5 settembre 2017 – L’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, la Banca Interamericana di Sviluppo (IADB) e la Segreteria Generale del Sistema di Integrazione dell’America Centrale (SG-SICA) hanno inaugurato il Forum regionale dal titolo “Diagnostico e linee guida per una efficace inclusione sociale di adolescenti e giovani in conflitto con la legge penale nei paesi del SICA”.

Durante l’incontro è stata presentata la mappatura completa della situazione dei centri di attenzione e dei programmi di inserimento sociale per adolescenti e giovani in conflitto con la legge penale nella regione, nell’ambito del progetto “Rafforzamento dei programmi di inserimento sociale dei giovani in conflitto con la legge penale”, finanziato dalla Cooperazione italiana con un importo di 1 milione di dollari. Il progetto partecipa alla componente di riabilitazione, reinserimento sociale e sicurezza penitenziaria della Strategia di Sicurezza dell’America Centrale (ESCA).

La raccolta dei dati per la elaborazione della mappatura è stata effettuata in Belize, Guatemala, El Salvador, Honduras, Costa Rica, Panama e Repubblica Dominicana, durante circa 50 giorni di osservazione, visitando 31 centri di detenzione per adolescenti e giovani privati di libertà che rappresentano il 75% dei centri in tutta la regione. Sono stati inoltre utilizzati diversi strumenti di raccolta di informazioni – l’assistenza del Prison Social Climate Survey (PSCS), focus group, interviste semi-strutturate e interviste quantitative – cercando di fare un’analisi dettagliata del tipo e della qualità delle relazioni umane che esistono nei centri di detenzione per favorire i programmi di riabilitazione e il successivo inserimento nella società.

Queste informazioni saranno valutate dai tecnici coinvolti nei sistemi di attenzione ad adolescenti e giovani privati di libertà, e serviranno per definire le linee guida regionali per migliorare l’attenzione verso i giovani e adolescenti in conflitto con la legge penale.

Al Forum hanno partecipato delegazioni degli 8 paesi membri del SICA, delegati della cooperazione tecnica internazionale ed esperti italiani provenienti dalle associazioni LIBERA e Antigone, per un totale di oltre 75 invitati, tutti legati a istituzioni di giustizia penale minorile e centri di inserimento sociale per adolescenti e giovani privati di libertà.

Alla cerimonia di apertura hanno partecipato il direttore dell’ISNA Elda Tobar, il titolare della sede AICS di El Salvador Marco Falcone, la Rappresentante della Banca Interamericana di Sviluppo Carmiña Moreno, e il direttore della Sicurezza Democratica del SG-SICA Hefer Morataya, in rappresentanza del Segretario Generale Marco Vinicio Cerezo Arévalo.

Falcone ha ricordato che al settore giustizia la Cooperazione italiana assegna solo in El Salvador 8 milioni di dollari, oltre a 3 milioni in progetti regionali. Falcone ha anche reso pubblico l’impegno con la IADB/SICA di destinare altri 2 milioni di euro per l’ampliamento del progetto “Rafforzamento dei programmi di inserimento sociale dei giovani in conflitto con la legge penale”.

Il progetto, di durata biennale, mira a rafforzare i programmi di assistenza integrale ad adolescenti e giovani in conflitto con la legge penale, detenuti nei centri di riabilitazione e inserimento sociale negli otto paesi membri di SICA. Inoltre, vuole individuare linee strategiche da sviluppare nei programmi di inserimento per adolescenti e giovani privati di libertà, con l’attuazione di un progetto pilota.

 

Tagged .