Palestina – Giustizia minorile, concluso il ciclo di incontri per individuare criticità e migliorare il sistema

Gerusalemme – Il 30 agosto scorso si è svolta la conferenza conclusiva del ciclo di incontri tecnici sul miglioramento del sistema della giustizia minorile in Palestina, alla presenza del Procuratore Generale Ahmad Barrak, del Procuratore Capo del dipartimento di Giustizia Giovanile, Taher Khalil, del magistrato Ziad Edween, massimo esperto sul tema della giustizia giovanile, e dell’esperto AICS per il programma giustizia e diritti umani, Ali Kaf.

L’evento ha illustrato i risultati dei tredici seminari realizzati in altrettanti governatorati palestinesi, nei quali sono stati identificati i gap nell’applicazione della normativa nazionale n. 4/2016 sulla tutela dei minori, a 18 mesi dalla sua entrata in vigore.

Ai diversi incontri e alla conferenza finale hanno partecipato tutti gli attori coinvolti nel settore: Procura Generale, Polizia, Consiglio Superiore della magistratura, Consulenti legali dei governatorati, Ministero degli affari sociali, operatori dei servizi sociali, rappresentanti dell’Autorità palestinese e della società civile locale e internazionale.

Gli output delle 13 conferenze serviranno come base per la realizzazione di un studio che rappresenterà a sua volta la base giuridica di nuovi decreti attuativi che faciliteranno l’implementazione della legge 4/2016, risolvendone le criticità.

L’iniziativa rientra nel programma “Karama” finanziato dall’AICS per un importo di 600mila euro con l’obiettivo di contribuire al rafforzamento dello Stato di diritto in Palestina al fine di tutelare i diritti umani e la dignità delle persone, anche attraverso il miglioramento del trattamento dei minori nel processo minorile.

 

Tagged .