Guatemala – Ridurre le disuguaglianze di genere in termini di opportunità di lavoro, reddito e accesso al credito, al via un’iniziativa regionale con UN-Women

Città del Guatemala –  L’obiettivo sostenibile # 5 afferma che “L’empowerment delle donne e delle ragazze è fondamentale per stimolare la crescita economica e promuovere lo sviluppo sociale.” Alla luce di questo, il 31 ottobre scorso UN Women Guatemala e AICS hanno lanciato il progetto “Empowerment economico delle donne in Guatemala, El Salvador e Honduras.”

L’obiettivo dell’iniziativa, sostenuta da un contributo dell’Agenzia di 3,5 milioni di euro, è quello di migliorare le condizioni di vita e le capacità delle donne nei tre Paesi dell’America centrale, a partire dalla valorizzazione di esperienze, strumenti, metodologie e lezioni apprese dagli stati membri del Sistema di integrazione centroamericana (SICA) attraverso il programma per lo sviluppo economico locale e delle donne. Il progetto si baserà su un approccio territoriale per affrontare sfide quali le disparità di genere nel mercato del lavoro, la concentrazione delle donne nei settori a bassa produttività e le disuguaglianze in tema di accesso al credito, alle risorse produttive e a fonti di reddito personali. Queste sfide sono particolarmente acute in un contesto di povertà, disoccupazione diffusa e violenza che porta all’aumento del numero delle donne migranti e all’intensificarsi dello sfruttamento delle risorse in America centrale.

In Guatemala la popolazione in condizioni di povertà è  pari al 59,3% (LSMS 2014), mentre la povertà estrema si attesta al 23,4%. Questa criticità è maggiormente avvertita dalle donne guatemalteche, le quali hanno un tasso di partecipazione al mercato del lavoro del 40,6% rispetto all’84,3% degli uomini (ENEI, 2017). Allo stesso tempo, il reddito medio per le donne maggiori di 15 anni é pari a 1.851,8 Quetzales, rispetto a 2.156,20 Quetzales per gli uomini nella stessa fascia di età.
.

 

Posted in and tagged .