Ginevra, 9-12 dicembre – Aics alla 33ma Conferenza Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

L’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, insieme al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, è parte della delegazione italiana alla 33ma Conferenza Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa che si svolge a Ginevra dal 9 al 12 dicembre 2019. Per AICS fanno parte della delegazione il Vice Direttore tecnico Leonardo Carmenati e la Dott.ssa Letizia Fischioni dell’Ufficio VII (Emergenza e Stati Fragili).

La Conferenza costituisce il massimo organo deliberativo del Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa e rappresenta il più importante forum globale di discussione sul Diritto Internazionale Umanitario (DIU). L’appuntamento, che ha cadenza quadriennale, coincide quest’anno con il settantesimo anniversario delle Convenzioni di Ginevra del 1949 sul diritto internazionale umanitario e avrà come temi principali il rafforzamento degli strumenti di applicazione dello stesso, la protezione delle categorie vulnerabili durante conflitti, disastri ed altre emergenze e il potenziamento della fiducia di beneficiari e Comunità internazionale nell’azione umanitaria.

Le crisi umanitarie negli ultimi 25 anni hanno raggiunto livelli senza precedenti: circa 250 milioni di persone colpite e 130 milioni di persone che dipendono dall’assistenza umanitaria. La partecipazione dell’Agenzia alla Conferenza conferma il forte impegno della Cooperazione italiano nella risposta alle emergenze e nei contesti di fragilità, sia con iniziative bilaterali che attraverso la collaborazione con organizzazioni internazionali, tra cui anche il Comitato Internazionale della Croce Rossa e la Federazione Internazionale delle società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.

Nell’ambito della Conferenza gli Stati, le società nazionali della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa e le organizzazioni internazionali, possono presentare dei pledge, individuali o aperti all’adesione di altri Stati, sui temi oggetto della Conferenza. L’Italia, oltre ad aver contribuito all’elaborazione dei pledge dell’Unione Europea, ha presentato un proprio pledge – aperto all’adesione di altri Stati – sulla protezione dei diritti fondamentali dei bambini che vivono in zone di conflitto, anche garantendo la continuità del diritto all’educazione.

Durante la cerimonia di chiusura della Conferenza del 12 dicembre verranno adottate 6 risoluzioni sui seguenti argomenti:

1) l’attuazione del DIU da parte degli Stati;

2) la salute mentale e i bisogni psicologici delle persone colpite da conflitti, disastri, ecc.;

3) le pandemie ed epidemie;

4) il ripristino dei legami familiari rotti a causa di conflitti armati, disastri ed altre situazioni di emergenza;

5) le politiche e legislazione in materia di disastri naturali causati dal cambiamento climatico;

6) la leadership delle donne nell’azione umanitaria del Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.

Posted in .