Italia Africa Business Week: la partnership del futuro

Il 9 e 10 ottobre a Roma nella sede del Centro Congressi di Villa Aurelia, si è tenuta la 5a edizione di IABW 2021. IABW – Italia Africa Business Week è il primo e più importante Forum economico italo-africano. E’ una piattaforma di incontro, di conoscenza, uno spazio dove costruire partnership economiche e commerciale di alto livello utili a favorire gli scambi commerciali e di competenze tra Italia e Africa, nell'ottica di creare un collegamento stabile tra le due sponde del Mediterraneo.

Come per gli anni precedenti, anche quest’anno è stato organizzato dall’Associazione “Le Réseau” con il patrocinio del Maeci e dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

Hanno partecipato ospiti istituzionali italiani ed africani come la Viceministra degli Affari Esteri con delega alla Cooperazione Internazionale, Marina Sereni; il Ministro degli Affari Esteri del Madagascar, Patrick Rajoelina; il Ministro della Cooperazione internazionale e del partenariato pubblico-privato della Repubblica del Congo, Denis-Christel Sassou; il Ministro dell’Energia del Kenya, Charles Keter; la rappresentante speciale Ue per il Sahel, Emanuela Claudia Del Re, rappresentanti del settore privato e del mondo della Cooperazione. Tra gli ospiti dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo sviluppo: Emilio Ciarlo, dirigente dell’Ufficio Relazioni esterne e comunicazione, Grazia Sgarra dirigente dell’ufficio VIII soggetti di Cooperazione, partenariati e finanza per lo sviluppo, Mario Beccia, Andrea Merli e Paolo Gallizioli.  

Diversi sono stati i temi affrontati: dalla finanza verde, alla digitalizzazione del settore agricolo, del trasporto, delle nuove tecnologie, a temi legati all’ambiente, al cambiamento climatico e all’energia.

La viceministra Marina Sereni nel suo discorso ha parlato di “Cooperazione a tutto tondo tra Italia e Africa, di rapporto sinergico, di rapporto people to people”, ha sottolineato che l’Africa riveste un ruolo prioritario per la Cooperazione allo sviluppo e che più del 50% dei nostri fondi sono destinati all’Africa. Quest’ultima ha ribadito come, nel sostenere la ripresa del continente africano, sia fondamentale una politica proattiva per l’internazionalizzazione delle imprese in una prospettiva di partenariato economico sostenibile e mutualmente vantaggioso.

 

Anche Emilio Ciarlo, dirigente di Aics, riprendendo quanto detto dalla viceministra ha sottolineato il ruolo che riveste l’Africa sostenendo che: “l’Africa è un paese per noi prioritario, è il paese in cui abbiamo più sedi all’estero; nel 2019 la Cooperazione ha destinato 400 milioni al continente Africano, il 30 % delle risorse pubbliche destinate allo sviluppo”. Ha concluso parlando di settori prioritari della Cooperazione tra cui: sviluppo rurale, agroecologia, sicurezza alimentare, energia e ambiente.