Aics Gerusalemme: visita del vicedirettore Aics Cerasoli e del Collegio Revisori dei Conti

La sede estera dell'Agenzia a Gerusalemme, dal 2 al 6 ottobre scorso, ha accolto una delegazione di Aics Roma composta dal vicedirettore Giuseppe Cerasoli e dal Collegio Revisori dei Conti.

Durante il soggiorno in Palestina, è stata effettuata una visita di monitoraggio al progetto di Al-Nadaricostruzione abitativa” presso la Striscia di Gaza. Nell’ambito di tale progetto, decine di famiglie hanno preso possesso dei nuovi alloggi, lasciandosi alle spalle dimore temporanee e fatiscenti, dopo anni di difficoltà a causa dell’escalation del 2014. Inoltre, è stato visitato il Centro per la Vita Indipendente di Gaza, un servizio all’avanguardia per rafforzare l’indipendenza e l’autonomia delle persone con disabilità e realizzato dall’ONG Italiana Educaid, col supporto di Aics.

A seguire, la delegazione ha incontrato i vertici della Banca di Al-Istiqlal a Ramallah sottolineando l'importanza del ruolo delle banche di sviluppo nella crescita economica del Paese. Durante tale incontro, la delegazione ha manifestato il proprio interesse a fornire il supporto tecnico necessario al fine di raggiungere gli obiettivi della Banca Al-Istiqlal, con riferimento all’esperienza Italiana.

Si è, successivamente, visitata la centrale fotovoltaica di Tubas realizzata con il contributo della cooperazione italiana. La centrale, una delle prime ad essere realizzate in Palestina, sta ora contribuendo alla stabilità sociale dell’area e allo sviluppo economico locale. La cooperazione italiana intende rinnovare ed ampliare il suo impegno a sostegno della produzione dell’energia solare al fine di rendere sempre più indipendente la Palestina dal punto di vista energetico.

Infine, la delegazione ha potuto visitare una delle realtà più emblematiche di innovazione tecnologica in Palestina, la società Pharmacare, che rappresenta una delle migliori concretizzazioni di crescita del settore privato, realizzata con il contributo dell’Aics.

“La diagnosi precoce salva le vite”, al via la campagna di prevenzione per il tumore al seno in Palestina

In occasione del mese per la prevenzione e la diagnosi precoce del tumore al seno, la sede di Gerusalemme dell'Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (Aics), insieme al ministero della Salute locale e all’ospedale Augusta Victoria, ha organizzato a ottobre un'iniziativa di prevenzione e sensibilizzazione in due villaggi della Palestina, Rantis e Ein Siniya, con lo slogan "La diagnosi precoce salva le vite".

Sono infatti circa 876 i casi di donne malate di tumore al seno in Palestina registrati nel 2021, e rappresentano il 32% di tutti i casi di tumore diagnosticati tra le donne, cosa che rende questa malattia un ostacolo importante per tante palestinesi.

Tra le iniziative organizzate da Aics Gerusalemme in collaborazione con il ministero della Salute e l’Augusta Victoria: la possibilità di sottoporsi a mammografie gratuite, una campagna di sensibilizzazione con materiale informativo mettendo a disposizione una nutrizionista e un oncologo e condividere la testimonianza di una donna sopravvissuta al tumore.

Nelle due giornate di campagne, si sono presentate circa 150 donne. Un successo visto che eravamo presenti in territori remoti, dove la clinica mobile non era mai stata.

Sulle possibilità di sopravvivenza pesano elementi come la diagnosi precoce attraverso gli screening e la presenza di una rete oncologica sul territorio. Purtroppo, però, la paura di perdere il marito nel caso scoprisse di avere una moglie malata di tumore o, peggio ancora, il timore di non riuscire a sposare le figlie per il rischio di familiarità che la malattia comporta, sono elementi fondamentali di cui bisogna tenere conto.

Non basta infatti parlare della malattia dal punto di vista medico, è necessario affrontare il tema collocandolo all’interno delle norme sociali della società palestinese, ancora fortemente patriarcale, dove le funzioni principali delle donne continuano ad essere il matrimonio e la maternità.

Pertanto, nel corso della campagna di sensibilizzazione, lo stigma e il rischio di discriminazione sono stati ampiamenti trattati all’interno di gruppi di discussione in cui le donne hanno potuto condividere lo loro esperienze e parlare dei loro timori con personale esperto.

L’ufficio Aics di Gerusalemme è da sempre in prima fila nella promozione della salute sostenedo così il ministero della Salute e le organizzazioni locali che operano su questi temi.

Campagna prevenzione tumore al seno Aics Gerusalemme
Campagna prevenzione tumore al seno Aics Gerusalemme
Campagna prevenzione tumore al seno Aics Gerusalemme