La VM Del Re in visita in Eritrea, Etiopia e Gibuti dopo l’accordo di pace tra Eritrea ed Etiopia

Roma – La viceministra degli Affari Esteri con delega alla Cooperazione internazionale, Emanuela Del Re, è in visita in Eritrea, Etiopia e Gibuti, dal 3 al 9 dicembre. Il Corno d’Africa è un’area prioritaria, a maggior ragione dopo l’accordo di pace tra Eritrea ed Etiopia, per sostenere una cooperazione aperta al mondo imprenditoriale che favorisca uno sviluppo capace di contrastare povertà e sottosviluppo, le cause profonde dei movimenti migratori che toccano l’Italia.

Durante la prima tappa in Eritrea, dal 3 al 5 dicembre, la viceministra, accompagnata da Emilio Ciarlo, Dirigente dell’AICS, incontrerà la comunità italiana, visiterà la scuola italiana di Asmara e il cimitero militare italiano; parteciperà poi all’inaugurazione di un reparto di cardiologia per adulti all’ospedale di Orotta di Asmara, finanziato con fondi italiani, e “faciliterà un momento di dialogo tra gli imprenditori italiani attivi nel settore del turismo, dell’agroalimentare e del tessile con i ministeri e i funzionari competenti eritrei”. Ad Asmara è attiva dal 2004 l’azienda tessile italiana Za.Er, di cui la viceministra visiterà lo stabilimento. Nel Corno D’Africa l’Italia è presente da anni con progetti di cooperazione allo sviluppo e diverse realtà imprenditoriali, ma oggi la regione, con la ritrovata pace tra Eritrea ed Etiopia e la recente revoca delle sanzioni Onu ad Asmara, offre nuove “possibilità commerciali”.

Il 6 e il 7 dicembre Del Re sarà ad Addis Abeba: dopo la prima giornata dedicata agli incontri politici, la viceministra incontrerà il Comites, le aziende italiane, e visiterà la scuola italiana. Sul fronte della cooperazione allo sviluppo, si recherà nella scuola Don Bosco, che conta quasi 3.000 studenti, e all’Istituto per lo sviluppo dell’industria del pellame.

A Gibuti, ultima tappa del viaggio, Del Re visiterà la base militare italiana, che fornisce supporto logistico ai contingenti nazionali che operano nell’area del Corno d’Africa e nell’Oceano Indiano; quindi sarà alla Fiera Internazionale di Gibuti (DIFT), in programma dal 3 al 10 dicembre, e inaugurerà un desk dell’Ice, come sede distaccata dell’Ice di Addis Abeba. / Askanews.it

Eritrea – VM Del Re nel Corno d’Africa per sostenere con la cooperazione la pace Etiopia-Eritrea

Asmara  - In occasione della missione nel Corno d'Africa, dal 3 al 9 dicmebre, la Vice ministra degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Emanuela Del Re ha annunciato un pacchetto di aiuti umanitari e di emergenza a favore della popolazione eritrea per un valore complessivo di oltre 1,6 milioni di euro.

Il contributo italiano verrà utilizzato attraverso diversi canali. Una parte delle risorse, in collaborazione con UNICEF, sarà dedicata ad attività di contrasto alla malnutrizione materno-infantile, alla somministrazione di vaccini contro il morbillo e all'implementazione di terapie e pratiche di prevenzione contro la dissenteria acuta dei minori. Attraverso la FAO, il contributo italiano sarà utilizzato nella fornitura di sementi, capi di bestiame e attrezzi agricoli. Saranno inoltre coinvolte le Organizzazioni della società civile nel potenziamento dei servizi sanitari di base, nella prevenzione della malnutrizione, nella riabilitazione di piccole strutture per l'approvvigionamento idrico e nella promozione di buone pratiche igienico-sanitarie nelle aree di Asmara e Massawa.

A sottolineare l'impegno della Cooperazione italiana in ambito sanitario, il 5 dicembre la Vice ministra Del Re, alla presenza della ministra della Salute Amina Nurhussen, ha inaugurato il reparto cardiologico dell’ospedale eritreo di Orotta-Asmara, reso operativo grazie a un'iniziativa finanziata dall'Agenzia per 400mila euro. Del Re, inoltre, ha visitato la scuola italiana di Asmara, che ha stabilito uno storico gemellaggio con la scuola italiana di Addis Abeba, e ha avviato un dialogo con le istituzioni eritree per favorire la collaborazione imprenditoriale.

Il Corno d’Africa si conferma un'area prioritaria per la Cooperazione italiana, a maggior ragione dopo l'accordo di pace tra Eritrea ed Etiopia che, nel luglio scorso, ha riaperto le relazioni tra i due Paesi e creato le premesse per uno scenario di rinnovata vitalità economica, sociale e culturale.

Dopo la tappa in Eritrea la missione della Vice ministra, accompagnata dal dirigente AICS Emilio Ciarlo, ha toccato proprio l'Etiopia. Qui, il 6 dicembre, la delegazione della Cooperazione italiana ha incontrato il ministro etiope delle Finanze, Ahmed Shide, per fare il punto sulle attività di cooperazione allo sviluppo che, attualmente, vedono oltre 50 progetti in corso per un volume di aiuti di circa 200 milioni di euro. L'Italia si conferma partner fondamentale nei settori dello sviluppo rurale, dell'agroindustria e del sostegno alle attività economiche per la creazione di posti di lavoro.‬

Viceministra Del Re nel Corno d’Africa per cooperazione win-win (Askanews.it)

Fare clic per aprire una mappa più grande