Educazione alla Cittadinanza Globale, on-line il documento che illustra la strategia italiana

Education gives us a profound understanding that we are tied together as citizens of the global community, and that our challenges are interconnected

Ban Ki-moon, former UN Secretary-General

In tutto il mondo educare alla cittadinanza globale  è uno degli obiettivi dell’Agenda Globale per lo Sviluppo Sostenibile 2030, con l’obiettivo 4 che impegna la comunità internazionale a “fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti”. In particolare, l’educazione alla cittadinanza globale è direttamente citata nel paragrafo 4.7: “Garantire entro il 2030 che tutti i discenti acquisiscano la conoscenza e le competenze necessarie a promuovere lo sviluppo sostenibile, anche tramite un’educazione volta a uno sviluppo e uno stile di vita sostenibile, ai diritti umani, alla parità di genere, alla promozione di una cultura pacifica e non violenta, alla cittadinanza globale e alla valorizzazione delle diversità culturali e del contributo della cultura allo sviluppo sostenibile.”

Nei mesi scorsi numerose istituzioni italiane, enti, università e associazioni hanno lavorato insieme per redigere il documento “Strategia italiana per l’Educazione alla Cittadinanza Globale” che oggi offre un importante e atteso quadro di riferimento per la definizione degli interventi nel settore.

Roma – Anche le diaspore tra i protagonisti della cooperazione italiana, il 14/12 il terzo summit nazionale

  documenti

Le diaspore nella Cooperazione italiana
Un percorso tra le pratiche di cooperazione internazionale delle diaspore
Le raccomandazioni delle diaspore per il loro coinvolgimento nella Cooperazione allo sviluppo
Il sistema Italia con le diaspore e le nuove generazioni per la Cooperazione allo sviluppo


Il Progetto Summit nazionale delle diaspore promuove il ruolo attivo delle comunità straniere come ponti tra i Paesi e le società e attori chiave nello scambio economico, culturale e sociale tra l’Italia e i paesi di provenienza dei migranti residenti. Si tratta di un percorso di dialogo tra le associazioni e comunità di migranti in Italia, le istituzioni, le imprese e il settore no profit.

Il Progetto Summit Nazionale delle Diaspore, è finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, le Fondazioni For Africa- Burkina Faso e la Fondazione Charlemagne. È realizzato in partnership con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con il Gruppo Migrazione e Sviluppo del Consiglio Nazionale per la Cooperazione allo Sviluppo (CNCS) e con Studiare Sviluppo, con il supporto tecnico di CeSPI e Associazione Le Reseau.

Tutti questi soggetti hanno fortemente voluto una seconda edizione del progetto (la prima nel 2017) e contribuiscono attivamente alla sua realizzazione, condividendo la visione dell’attuale Legge sulla Cooperazione allo Sviluppo n.125/2014, che promuove la partecipazione del settore privato e delle comunità migranti come attori di sviluppo nei paesi emergenti.

Il progetto crea occasioni di incontro tra questi soggetti, per creare momenti di formazione e sensibilizzazione sulle tematiche legate a migrazione e sviluppo, fare rete, progettare sinergie e collaborazioni nei paesi emergenti. Sono stati realizzati:

- 12 incontri territoriali;
- 6 moduli di formazione e coaching “The Smart Way”, seguiti da 2 moduli di assistenza tecnica;
- 10 video di formazione a distanza;
- 4 incontri con gli imprenditori;
- 3 incontri formativi sulla riforma del terzo settore;
- 6 incontri con le reti delle comunità migranti e rappresentanza di livello nazionale;
- 4 eventi culturali di sensibilizzazione e animazione.

In due anni di attività (2018-2019), durante i quali sono state toccate diverse città lungo tutta lo Stivale, tra i risultati raggiunti si conta la mappatura di oltre 300 associazioni di comunità migranti sensibilizzate, più di cento referenti di associazioni formate e più di 400 imprenditori e associazioni di comunità migranti e nuove generazioni informate sulle opportunità che offre il settore privato nella cooperazione.

Di questi risultati e di tante altre storie e progettualità positive si parlerà al Terzo Summit Nazionale delle Diaspore che si svolgerà il 14 dicembre 2019 a Roma, al Centro Congressi della Pontificia Università Tommaso d’Aquino in Largo Angelicum n. 1.

Locandina del Terzo Summit Nazionale


SEGUICI SU

sito web | Facebook | Instagram | Twitter