Più democrazia per la Cooperazione e lo sviluppo internazionale – Politiche Ue: per superare la crisi l’Italia ha bisogno del lavoro di giovani e anziani (Podcast, Radio Vaticana)

Ascolta il podcast dal sito vaticannews.va

Tra Covid e crisi geopolitica internazionale "è esploso il tema dell'efficacia e dell'organizzazione della Cooperazione internazionale". "I Paesi africani dove opera la Cooperazione, anche italiana, afferma Emilio Ciarlo,  hanno visto un graduale degenerare della situazione di sicurezza con cambi di regime, colpi di stato militari, tensioni su processi elettorali ed esplosione di conflitti civili". In un contesto mondiale sempre più problematico ci si chiede quanto la comunità internazionale riesca ancora a "costruire istituzioni e Nazioni" a garanzia di libertà e sviluppo.

In questi mesi "è nato un embrione di governance economica europea, il Next Generation Eu, e riceviamo questo fondo sotto forma di prestito per i due terzi del suo ammontare". "Il governo italiano ha reagito con l'attivazione dei Ministeri della Transizione ecologica e della Transizione digitale", Ministeri che seguono l'evolversi dei progetti legati al fondo. "Progetti che tuttavia devono superare la frattura generazionale, sottolinea Francesco Tufarelli, tra anziani e giovani, perchè l'Italia per uscire dalla crisi ha bisogno della collaborazione di tutte le classi e di tutte le fasce di età. Pensionati compresi.

Emilio Ciarlo, giurista, esperto in Relazioni internazionali;

Francesco Tufarelli, Direttore generale per il Coordinamento delle Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri;

conduce: Luca Collodi