La vice ministra degli Esteri Sereni visita il Museo di Storia Naturale di Maputo

La vice ministra degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Marina Sereni, ha visitato il Museo di Storia Naturale di Maputo, in Mozambico, dove sono in corso diversi programmi della Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (Aics).
La partnership di Aics con il Museo di Storia Naturale di Maputo (Museu de Historia Natural de Maputo - Mhnm) è una collaborazione storica che ha portato, nel corso degli anni, all’installazione di due laboratori per la caratterizzazione genetica, la preparazione delle nuove collezioni e il ripristino di quelle antiche, oltre che alla riqualificazione del laboratorio di tassidermia. Tutte azioni svolte in partenariato con la Università di Sassari.
Il Mhnm ospita anche l'ufficio di controllo del software Biodiversity Network of Mozambique (BioNoMo), sviluppato da Aics nell’ambito del programma Secosud II in parternariato con'l'università di Roma La Sapienza.
Il BioNoMo rappresenta la prima banca dati nazionale sulla biodiversità ed è un'importante fonte di informazioni per qualsiasi iniziativa sulla ricerca scientifica e il policy making nel campo della conservazione della biodiversità e della gestione degli ecosistemi nel Paese, nonché un modello da replicare eventualmente in altri Paesi dell'Africa.
Attraverso il programma Rino si prevede la riqualificazione del Museo e la creazione del primo Centro per la Conservazione della Biodiversità del Mozambico, che costituirà il nucleo di formazione per il pubblico nazionale e internazionale, a beneficio diretto dei professionisti locali che si occupano di conservazione e biodiversità. Il sostegno al Mhnm viene anche garantito dal progetto BioForMoz attraverso i laboratori per la produzione di dati scientifici affidabili e integrati.