Aics partecipa a una conferenza su finanza verde e sostenibilità in Africa alla Luiss

L’Agenzia italiana alla cooperazione allo sviluppo (Aics) è impegnata nella creazione di uno strumento di finanza sostenibile insieme a Cassa Depositi e Prestiti (Cdp). Lo ha detto Emilio Ciarlo, responsabile delle relazioni istituzionali e della comunicazione di Aics durante la conferenza dal titolo “Africa: sostenibilità e business, dal sostegno finanziario alle nuove opportunità”, organizzata il 10 novembre dalla rivista Africa e Affari presso l'università Luiss Guido Carli di Roma. Aics aveva già dedicato agli strumenti della finanza sostenibile per investimenti a impatto nei Paesi partner un suo side event durante Coopera 2022 ha ricordato Ciarlo.

La sostenibilità nella finanza d’impresa è stata al centro della mattinata durante la quale sono intervenuti diversi relatori espressione di varie anime del Sistema Italia che si occupano dell'Africa, come il ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, Cdp, Sace e Confindustria Assafrica e Mediterraneo in rappresentanza delle imprese.

Ciarlo ha poi osservato che anche la cooperazione che l’Agenzia promuove con i privati è fatta nel rispetto dei principi di sostenibilità.

“Facilitiamo l’incontro tra profit e non profit ma le imprese devono essere coerenti con le nostre finalità e rispettose di certi principi”, ha detto. “Oltre a un bando specifico ogni due anni per le aziende" ha spiegato "facciamo in continuazione progetti in tutto il mondo e abbiamo bisogno come Aics di certificazioni per imprese che lavorano con noi o con i governi che finanziamo. Inoltre dobbiamo considerare gli impatti ambientali delle nostre iniziative".

Ciarlo, in conclusione, ha sottolineato l'importanza dell'Educazione alla cittadinanza globale (Ecg), promossa dall'agenzia, come strumento per diffondere la cultura della sostenibilità, tra cittadini ma anche tra le imprese.

 

La conferenza su sostenibilità e finanza verde organizzata da Africa e Affari
Taggato , , , .